Canepari

lineaCanepariOk

La stazione di Canepari è presente sin dagli albori della progettazione della metropolitana di Genova, ma la sua realizzazione continua a rimanere un’incognita nonostante sia presente ancora oggi sul Piano Urbanistico della città. La rinuncia a proseguire la linea in Fly-over verso Rivarolo (altra stazione “depennata”) ha rappresentato il primo degli innumerevoli ostacoli legati alla progettazione dell’estensione verso l’alta Val Polcevera. In origine la metropolitana doveva raggiungere la delegazione di Rivarolo presso piazza Pallavicini ed il tracciato si sarebbe dovuto sviluppare su un viadotto sovrastante la massicciata ferroviaria della linea merci del Campasso. Le proteste della cittadinanza, contrarie all’ennesima servitù da collocare all’interno del quartiere, rappresentarono un muro invalicabile oltre il quale nessuna amministrazione non riuscì mai ad andare. All’alba degli anni 2000 un nuovo progetto di Ansaldo pare dare nuova linfa alla realizzazione di Canepari: la zona si sarebbe raggiunta sfruttando parzialmente la linea ferroviaria del Campasso alla quale l’esistente linea di metropolitana si sarebbe congiunta. La nuova stazione avrebbe mutato il suo ruolo scippando a Rivarolo (a questo punto non più realizzabile) il ruolo di capolinea. Il progetto ricevette anche dei finanziamenti ma, le difficoltà a trovare accordi con le FS, le prospettive di demolire l’angolo di un edificio e alcuni piloni del viadotto preesistente di Brin, complicarono nuovamente i piani e l’ipotesi di andar oltre Brin tornò ad essere una chimera. Nel 2009 il Comune di Genova chiese al Ministero nuovi finanziamenti sia per la stazione di Corvetto, sia per quella di Canepari, tuttavia entrambe rimasero a lungo nelle retrovie delle graduatorie ministeriali. Nel dicembre del 2017, il ministro Graziano Delrio firma un decreto di riparto di 1,397 miliardi per le linee metropolitane, filoviarie e in generale del trasporto rapido di massa in città metropolitane e altre città; grazie a queste risorse la stazione di Canepari viene finalmente finanziata (assieme a quella di Martinez) e adesso si attende la progettazione definitiva per consentire l’avvio dei lavori.

 fotocanepari2