Martinez

lineaMartinezOk

La stazione di Martinez sarà, con ogni probabilità, la prima ad essere realizzata dopo l’apertura di Brignole nel 2012. Già dal 2004 si cominciò a parlare di estendere la metropolitana a Levante, ipotizzando di realizzare una biforcazione della linea, dopo Brignole, che potesse servire sia la Val Bisagno che l’area di San Fruttuoso. Le prospettive per la vallata fallirono miseramente nonostante i finanziamenti già acquisiti (Italferr e di Metropolitana Milanese curarono due distinti progetti) e l’amministrazione Comunale cambiò le proprie ambizioni. L’idea fu quella di concentrarsi sull’estensione a Levante proponendo, seppur sempre in modo fumoso, incompleto e mai del tutto chiaro, la costruzione di una o più nuove stazioni in direzione San Martino. Le amministrazioni Pericu, Vincenzi e Doria non individuarono mai un tracciato definitivo della linea, tuttavia tutti furono d’accordo su un punto: proseguire in quella direzione avrebbe rappresentato per la metropolitana un’ottima opportunità in termini di bacino d’utenza e potenzialità da sfruttare, soprattutto a fronte della possibilità di estendere l’infrastruttura  in superficie senza la necessità di scavare (almeno fino a Terralba). Il primo progetto fu redatto da Ansaldo a cui seguì quello di Metropolitana Milanese, ma le criticità tecniche emersero a più riprese. Le lodevoli intenzioni del Comune di Genova, infatti, si infransero presto sull’estrema difficoltà nell’intavolare trattative con RFI, proprietaria delle aree ferroviarie destinate ad ospitare le nuove stazioni della metro, soprattutto a fronte di interferenze problematiche con i fasci dei binari del deposito locomotori. In realtà il braccio di ferro proseguì in modo molto aspro, con battaglie anche legate al PUC e al cambio di destinazione d’uso delle aree. Ancora oggi persistono nodi da sciogliere in relazione alla futura convivenza di treni FS e metropolitana sull’area dell’ex-scalo merci di Terralba, tuttavia negli ultimi mesi pare essere stata individuata una soluzione di massima, la quale richiederà comunque altro tempo per essere definita. Nel dicembre del 2017, il ministro Graziano Delrio firma un decreto di riparto di 1,397 miliardi per le linee metropolitane, filoviarie e in generale del trasporto rapido di massa in città metropolitane e altre città; grazie a queste risorse la stazione di Martinez viene finalmente finanziata (assieme a quella di Canepari) e adesso si attende la progettazione definitiva per consentire l’avvio dei lavori.

 fotomartinez2