Ascensore Montegalletto

MontegallettoDefIn origine (1913) concessione e costruzione dell’impianto furono affidate alla Società Anonima Ligure Lift (in seguito Società Ligure per Impianto ed Esercizio Ascensori) che già gestiva l’impianto di risalita tra Portello e Castelletto. I lavori non si interruppero nemmeno durante il primo conflitto bellico, tanto LineaMontegallettoche l’impianto fu inaugurato nel giugno del 1920. L’ascensore effettuava l’esercizio con due cabine distinte e per accedervi era necessario percorrere a piedi un lungo tunnel al quale si accedeva da Via Balbi. Nel 1965 viene fatta la prima grande revisione generale dell’impianto, ma le continue infiltrazioni d’acqua ne rendono sempre problematico l’utilizzo.
Il 30 gennaio 1976 la Società ed il comune si accordano per il passaggio della concessione ad AMT, che avviene l’1 febbraio 1976; l’impianto sarà identificato con la lettera T e resterà aperto fino al 1995, momento in cui si renderà necessaria la seconda revisione generale. Stavolta si decide per una soluzione davvero innovativa nel suo genere, che ha per prodotto finale la realizzazione di un impianto a metà tra una funicolare ed un ascensore, con il passaggio tra i due sistemi completamente meccanizzato. I lavori sono a cura di un pool di imprese formato dalla Poma Italia e dalla Gennaro Costruzioni. Dopo quasi un decennio di fermo, il servizio riprende nel 2004. Grazie a questa tecnologia le cabine possono percorrere in orizzontale, su binario, la prima tratta in galleria e successivamente vengono trasferite su una piattaforma di risalita in grado di spostarsi in verticale come un ascensore tradizionale. Le due cabine operano in contemporanea in senso alternato, la zona di incrocio è situata alla base del pozzo verticale, tutto il sistema è completamente automatizzato e il sistema di sollevamento è collocato in locali adiacenti all’accesso superiore. Quest’ultimo è posizionato praticamente di fronte all’ingresso del castello De Albertis, il che rende l’impianto altamente strategico anche nell’ottica dello sviluppo del settore turistico.

 

Torna a Impianti Speciali—> QUI

 

DATI TECNICI
Inaugurazione 2004
Tratto orizzontale 236.05 metri (vettura 1)
Tratto orizzontale 233.88 metri (vettura 2)
Corsa dell’impianto 72.0 m
Velocità di esercizio 4.5 m/s (tratto orizz.le)
Velocità di esercizio 1.6 m/s (tratto vert.le)
Numero cabine 2
Portata 23 persone
Fermate 2

 

ORARIO

Feriale/Sabatale:

Prima corsa: ore 6.45

Ultima corsa: ore 21.20

Festivo:

Prima corsa: ore 8.00

Ultima corsa: ore 21.00